Earth Technology Expo: a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Consorzio

Dal 13 al 16 ottobre si svolge a Firenze la manifestazione Earth Technology Expo, una grande esposizione delle applicazioni tecnologiche e dell’innovazione connessa al programma Next Generation EU.  

Nella sede della Fortezza da Basso di Firenze un susseguirsi di eventi in presenza e streaming animerà il ricco programma lungo quattro giorni. 
Workshop ed esposizioni per il pubblico, convegni in presenza e in streaming, incontri ristretti fra soggetti utilizzatori o produttori della tecnologia, sia istituzionali che dal mondo dell'impresa privata. I temi sono quelli delle applicazioni della tecnologie all'Ambiente, Protezione Civile, riduzione del rischio, Smart Cities, infrastrutture energetiche, mobilità sostenibile, infrastrutture dati, ecc.. 

Durante i quattro giorni di incontri i ricercatori del Consorzio LaMMA saranno presenti a diversi appuntamenti intervenendo in presenza nei seminari indicati a seguito. 

13 OTTOBRE

PANEL SESSION 11.00-13.00 / Sala Spazio Eventi, Palazzina Lorenese, 1 piano

Interferometria satellitare e applicazioni pratiche 
Organizzato da: Direzione Difesa del Suolo Regione Toscana

 

14 OTTOBRE

- SALA della VOLTA 10:00- 13:30 
Tecnologie per il controllo e l’adattamento ai cambiamenti climatici e per la prevenzione dei rischi naturali
 

- SALA ARSENALE 10:00- 13:30 
La nuova comunicazione e la rivoluzione digitale. La prima infrastruttura per PA e imprese alla sfida del PNRR e della ripresa 


- SALETTA 15 LORENESE 10:00- 13:30 
La sensorizzazione territoriale e la modellistica per la previsione delle contaminazioni in funzione della protezione ambientale
 

- BASILICA 14.30-17.30  
Progetto SICOMAR PLUS per la costruzione di una rete di rilevamento nel mediterraneo per il monitoraggio del traffico delle navi
Organizzato da: Regione Toscana, Direzione Ambiente, LaMMA
 

15 OTTOBRE

- BASILICA 11:00-13:30 
Tecnologie e protezione civile: teorie e (buone) pratiche 

interferometria

 

sciamar plus programma

 

15 ottobre 2021 ore 14:30-18:00 Sala della Scherma

Tecnologie avanzate a supporto della gestione della fascia costiera

Venerdì 15 ottobre  il LaMMA, insieme al settore Difesa Suolo della Regione Toscana, organizza un workshop sul tema delle tecnologie a supporto della gestione della fascia costiera. L'evento sarà trasmesso in streaming sul sito della Regione Toscana 


Presentazione e programma 

Gli spazi marini e costieri rappresentano una delle più importanti frontiere dello sviluppo globale e richiedono una valutazione delle risorse disponibili che tenga conto degli attuali e e futuri rischi ambientali, compresi quelli legati al cambiamento climatico. 
Gli effetti dei cambiamenti climatici, come l’innalzamento del livello medio del mare, minacciano le aree costiere e l’economia di città e di intere regioni, con impatti a livello ecologico e socio-economico.  Le aree marine e costiere, infatti, oltre al loro intrinseco valore ecosistemico, rappresentano uno dei motori dell’economia globale, in settori quali i trasporti, l’energia, la pesca/acquacoltura, il turismo.
Data la natura transnazionale del mare, la capacità di osservare e monitorare le risorse marine e costiere, compresi i cambiamenti in atto e i rischi associati, si poggia sull’integrazione tra i servizi europei  di monitoraggio e previsione dello stato del mare (quali EMODNET e soprattutto i vari servizi Copernicus quali CMEMS, CLS e C3S), e reti di osservazione a scala nazionale e regionale. La recente disponibilità di dati di osservazione della terra di risoluzione e qualità inimmaginabile fino a pochi anni fa, permette di affrontare il tema del monitoraggio marino su basi molto più solide che in passato, e tuttavia questo non elimina affatto la necessità di mantenere e potenziare le reti di osservazione in-situ, spesso le più difficili da installare e mantenere nel tempo.  Inoltre l’esigenza di integrare i due approcci al monitoraggio (quello a scala globale e quello a scala regionale/locale), richiede l’interazione diretta tra enti e istituzioni che operano nei rispettivi ambiti, che spesso non sono a conoscenza delle potenzialità che nascono dall’utilizzo congiunto di dati di osservazione a varie scale e dei sistemi di modellizzazione e previsione che si appoggiano su questi dati.
Nel workshop proposto si affronterà il tema del monitoraggio costiero finalizzato alla pianificazione e gestione integrata della fascia costiera. Verrà fatto un quadro delle problematiche specifiche delle aree e della città costiere, anche legate al cambiamento climatico, uno stato dell’arte dei sistemi osservativi (satellitari, in-situ) oggi a disposizione per il monitoraggio delle aree costiere, e l’evoluzione dei servizi di monitoraggio e previsione di medio-lungo periodo per la gestione delle emergenze e la pianificazione delle aree costiere svolti anche all’interno di alcuni dei progetti europei del programma H2020 in corso. 

 

14:30 – 16:00  Parte 1: Evoluzione costiera e cambiamento climatico.  

Chair: Bernardo Gozzini 

Saluti di benvenuto  
Monia Monni, Assessore all’Ambiente della Regione Toscana
Bernardo Gozzini, Amministratore Unico Consorzio LaMMA  
Nicola Casagli, Presidente Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale - OGS
  

  • Tecnologie per il monitoraggio marino-costiero e programmare la resilienza  
    Fabio Trincardi, CNR 
  • La sfida del monitoraggio costiero nell’epoca del cambiamento climatico. Pianificazione costiera e reti di monitoraggio 
    Carlo Brandini, Consorzio LaMMA / CNR IBE  e Gianfranco Boninsegni, Regione Toscana
  • La gestione della fascia costiera in un clima che cambia, strategie di adattamento e strumenti di pianificazione 
    Pierpaolo Campostrini, Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia - CORILA 
  • Progettare i futuri interventi sulla costa alla luce del cambiamento climatico  
    Giovanni Besio, Università di Genova

16:30 – 18:00 Parte 2: Servizi climatici per la gestione e pianificazione della costa 

Chair: Carlo Brandini 

  • Evoluzione dei servizi Copernicus e integrazione con le reti e servizi nazionali e locali 
    Andrea Taramelli, IUSS - Pavia/ISPRA, Serena Geraldini, ISPRA e Antonello Bruschi, ISPRA   
  • Prevedere il futuro livello del mare lungo la costa. Il progetto H2020 – CoCliCO “Coastal Climate Core Service”   
    GianMaria Sannino, ENEA  
  • Il progetto H2020 ECFAS - European Copernicus Coastal Flood Awareness System: un contributo all'evoluzione del Copernicus Emergency Management Service  
    Clara Armaroli, IUSS Pavia 
  • Il progetto H2020 – SCORE  “Smart Control of the Climate Resilience in European Coastal Cities”   
    Alberto Ortolani, Consorzio LaMMA / CNR IBE


La partecipazione è libera ma occorre iscriversi al seminario tramite la piattaforma dedicata sulla Applicazione Earth Technology Expo.

Scarica la locandina del seminario in pdf
 

Gestione della costa ETE

Gestione della costa 2 ETE