Progettazione DB Geografici

La progettazione, l’implementazione e la gestione di strutture dati complesse e database spaziali è una delle attività ordinarie che da oltre quindici anni il Consorzio LaMMA svolge per la Regione Toscana e per altri soggetti pubblici.
 

Dalla  progettazione concettuale fino all'implementazione fisica orientata ai requisiti della piattaforma

I motivi per cui si è scelto lavorare con i database piuttosto che sui singoli strati informativi sono molti e vanno dalle maggiori possibilità di analisi strutturate object-oriented in luogo di quelle visual-oriented, nella possibilità di avvalersi di vincoli di consistenza tra le informazioni, nelle maggiori funzionalità di interrogazione/analisi spaziale, nella possibilità di gestione integrata di componenti spaziali ed alfanumeriche, etc. ma soprattutto nelle capacità di subire aggiornamenti continui e puntuali in maniera differenziata e concorrenziale. Insomma tutte prerogative annoverabili ai database in generale (non solo a quelli spaziali) che hanno reso più performante la gestione delle informazioni strutturate in luogo delle singole sequenze di dataset, per quanto oridinati.

Per contro l’appoccio al geodatabase necessita di una preliminare fase di progettazione, che per stati di approssimazione successivi passa da un livello concettuale platform independent all’implementazione fisica con tutti i requisiti relativi alla piattaforma tecnologica adottata.

Gli step di progettazione sono tutti perseguiti avvalendosi della formalizzazione degli standard di settore (ISO TC/211, OGC, INSPIRE, etc.).
 

inspire logo

Le applicazioni 

Le applicazioni sviluppate spaziano su ambiti tematici i più disparati: dalla pedologia alla geochimica, dalla copertura del suolo alla geologia, dalla gestione della risorsa idrica alle foreste, etc.


I requisiti che veicolano la progettazione in logica di database spaziale sono

  • La condivisione delle informazioni geografiche su differenti applicazioni/ambiti ambientali;
  • L’elaborazione di informazioni multirisoluzione e multisorgente;
  • L’elaborazione di una insfrastruttura di dati spaziali di riferimento per tematizzazioni specifiche;
  • Lo sviluppo di interfacce web che facilitano l’accesso alle informazioni complesse del databa