Previsioni mensili LaMMA

aggiornato il 30 aprile 2019

Proiezioni per il periodo maggio-luglio sul centro-nord Italia (particolare riferimento alla TOSCANA):  

MAGGIO: temperature nella norma e numero di giorni piovosi superiori alla norma

GIUGNO: temperature nella norma e numero di giorni piovosi superiori alla norma

LUGLIO: temperature e numero di giorni piovosi nella norma.

  MAGGIO GIUGNO

LUGLIO

TEMPERATURE in media in media in media
GIORNI PIOVOSI sopra media sopra media in media
 
Descrizione generaleper quanto riguarda il trimestre in esame (maggio-luglio), l'indice teleconnettivo più rilevante è rappresentato dall'AMO che, attualmente in fase debolmente positiva, dovrebbe mantenersi nel complesso neutro. Da segnalare anche la presenza del Dipolo Mediterraneo che non dovrebbe favorire precoci rimonte dell'anticiclone afro-mediteranneo. L'attività monsonica, di maggior impatto sul mese di luglio e per il proseguo dell'estate, è prevista nella norma o addirittura debole, in particolare sull'Africa occidentale (West African Monsoon - WAM).
In base a questi indici e al modello probabilistico di previsioni stagionali del LaMMA, ci attendiamo un bimestre maggio-giugno nel complesso più instabile del normale con blocchi anticiclonici non persistenti (bassa probabilità di ondate di calore precoci). Pertanto sia il mese di maggio che quello di giugno sono previsti termicamente nella norma e con un numero di giorni piovosi superiore. In merito a maggio, sembra ormai probabile che la prima metà del mese possa risultare molto instabile e con temperature a tratti anche molto inferiori alla norma. Per luglio sembra possibile un aumento della stabilità atmosferica con temperature e precipitazioni complessivamente nella norma.
 
Si consiglia di consultare anche la pagina con gli outlook dei principali centri internazionali al seguente link.
Per chiarimenti sui valori riportati nella tabella sovrastante vai sulla pagina descrittiva della legenda
 
Servizio sperimentale aggiornato mensilmente
 
 
Climatologia di riferimento: 1981-2010

Indici analizzati

  • VORTICE POLARE: il riscaldamento stagionale avvenuto nel mese di Aprile (Final Warming) ha portato alla formazione di un'area anticiclonica sul polo nord stratosferico. A partire da questo mese, pertanto, gli indici stratosferifi non saranno più presi in considerazione. 
  • ENSO: l'anomalia sull'area pacifica equatoriale 3.4 ha nuovamente superato gli 0.5 °C favorendo il ritorno di una debole fase ENSO positiva (NINO). Lo scarto dovrebbe oscillare intorno a +0.6/+0.8 °C anche nel trimestre estivo e in autunno. 
  • QBO: non influente in questo periodo. 
  • AMO: nel mese di marzo l'anomalia termica superficiale in Atlantico è tornata su valori positivi (+0.121 °C). Nell'ultima decade di aprile, tuttavia, si è registrato un sensibile raffreddamento nella parte centrale del dominio AMO. Per i prossimi mesi la presenza di un NINO debole dovrebbe favorire anomalie debolmente positive in Atlantico, anche se la scarsa attività solare prevista potrebbe causare un trend opposto (A. Malik, S. Bronnimann, 2016). E' pertanto lecito attentersi valori termici superficiali nella norma. 
  • ATTIVITA' SOLARE: secondo il metodo CM del SIDC belga nei prossimi 4-5 mesi il sole dovrebbe toccare il minimo di attività con una media di 4-6 macchie al giorno per poi tonare ad aumentare. Tuttavia un altro sistema predittivo, sempre del SIDC (il SC), prevede un ulteriore calo con un mumero di macchie prossimo a zero e il minimo che potrebbe toccare il picco nel maggio 2020. Ad oggi si continua a contare un numero anomalmente elevato di spotless days, siamo infatti al di sopra di una deviazione standard rispetto a quello che dovrebbe essere il numero medio all'interno del gruppo di cicli caratterizzati da minimi prolungati. Tra le due proiezioni, pertanto, pare risultare più credibile la seconda. 
  • SST Mediterraneo:  dipolo presente ma non marcato (anomalie superificiali negative su tutto il bacino del Mediterraneo). 

Classificazione delle anomalie

Vedi la legenda per approfondimenti

Climatologia di riferimento: 1981-2010

TEMPERATURE

    sopra media: anomalie superiori a +1.0 °C ( > +1.0 °C );
    in media: anomalie termiche tra -1.0 e +1.0 °C ( >= -1.0 °C e <= +1.0 °C );
    sotto media: anomalie inferiori a -1.0 °C ( < -1 °C);

PRECIPITAZIONI

    sopra media: anomalie superiori a 2 wet days/mese*;
    in media: anomalie termiche comprese tra -2 e 2 wet days/mese*, estremi compresi;
    sotto media: anomalie inferiori a 2 wet days/mese*;