Previsioni mensili LaMMA

      Aggiornamento del 23 febbraio 2017

Proiezioni per il periodo gennaio-marzo in TOSCANA:

MARZO: temperature sotto la norma e numero di giorni piovosi superiore alla norma. 

APRILE: temperature in media e giorni piovosi sopra media.

MAGGIO: temperature in media e giorni piovosi sopra media.

  MARZO APRILE

MAGGIO

TEMPERATURE sotto media in media  in media
GIORNI PIOVOSI sopra media sopra media sopra media

Descrizione generale il forte riscaldamento stratosferico (Stratwarming) avvenuto in data 13 febbraio continuerà a condizionare la circolazione meteorologica anche nelle prossime settimane, favorendo un blocco alla circolazione zonale e con maggior propensione a scambidi tipo meridiano (nord-sud) anche sull'Italia. Pertanto, il mese di marzo dovrebbe risultare un mese nel complesso più instabile della norma e con alternanza di ingressi perturbati accompagnati da masse d'aria fredda e temporanee fasi anticicloniche. Le temperature dovrebbero quindi risultare inferiori alle medie stagionali, mentre i giorni piovosi dovrebbero portarsi al di sopra della climatologia di riferimento. Per quanto riguarda aprile e maggio, le tipologie di circolazioni che sembrano più ricorrenti, unitamente alla presenza di un forte dipolo mediterraneo, portano ad ipotizzare un bimestre con temperature nella norma e giorni piovosi in media o superiori.
In merito al mese di aprile, riteniamo che, sulla base dell'evento di stratwarming in atto, risultino probabili nella prima metà del mese episodi di gelate tardive.
 
Si consiglia di consultare anche la pagina con gli outlook dei principali centri internazionali al seguente link.
Per chiarimenti sui valori riportati nella tabella sovrastante vai sulla pagina descrittiva della legenda
 
Servizio sperimentale aggiornato mensilmente
 
 
Climatologia di riferimento: 1981-2010

Indici analizzati

AMO (osservata e prevista), ENSO (osservata e prevista), proiezioni IRI/ECMWF/NOAA/NASA sulle SST globali, SST Mediterraneo (osservate e previste), attività solare (osservata e prevista), attività del vortice stratosferico e troposferico (osservata e prevista), MJO (osservata e prevista). 

  • ATTIVITA' SOLARE: secondo il SIDC belga il sole nei prossimi 3 mesi produrrà una decina di macchie al giorno. L'attività magnetica, AP, si mantiene molto bassa attestandosi, al 21 febbraio, intorno alle 5 unità. Nei prossimi mesi i livelli di AP si manterranno stabilmente al di sotto delle 8 unità. Si continua a regitrare, alla data del 21 febbraio, un numero di spotless days anormalmente alto. 
  • ENSO: I principali modelli dinamici e statistici indicano, per il trimestre marzo-maggio, il graduale assorbimento dell'anomalia termica in area 3.4 con ritorno a condizioni di neutralità entro l'estate.
  • MJO: nella prima metà del mese di febbraio attività moderata-forte in fase 7. A seguire probabile ingresso nelle fasi 8 e 1 (moderate) con successivo rientro verso condizioni di scarsa attività. Evoluzione molto incerta per la seconda metà di marzo. 
  • MONSONE INDIANO:  non influente in questo periodo. 
  • IOD: non influente in questo periodo. 
  • ITCZ + WAM:  non influente in questo periodo. 
  • VORTICE POLARE: il riscaldamento stratosferico principale avvenuto in data 13 febbraio (NAM -3.4) ha causato lo spilt del vortice polare alla quota isobarica di 10 hPa e la totale inversione delle correnti zonali ad esso associate. In data 21 febbraio il segnale in stratosfera si è trasferito in troposfera causando un forte indebolimento del vortice polare che allo stato attuale risulta diviso in due lobi: uno sul Canada, l'altro sulla Siberia. Tra i due si osserva la presenza di una vasta area di alta pressione centrata sul Polo Nord. Nei prossimi 30 giorni il vortice continuerà ad essere fortemente disturbato con frequenti split e/o lobazioni legati alla formazione di blocchi anticiclonici in corrispondenza delle onde planetarie 1 e 2. 
  • AMO
  • SOIL MOISTURE (Nord Spagna-Francia): non influente in questo periodo. 
  • SST Mediterraneo: dipolo mediterraneo presente e marcato. Nessuna variazioni significativa attesa nelle prossime settimane.  

Classificazione delle anomalie

Vedi la legenda per approfondimenti

Climatologia di riferimento: 1981-2010

TEMPERATURE

    sopra media: anomalie superiori a +1.0 °C ( > +1.0 °C );
    in media: anomalie termiche tra -1.0 e +1.0 °C ( >= -1.0 °C e <= +1.0 °C );
    sotto media: anomalie inferiori a -1.0 °C ( < -1 °C);

PRECIPITAZIONI

    sopra media: anomalie superiori a 2 wet days/mese*;
    in media: anomalie termiche comprese tra -2 e 2 wet days/mese*, estremi compresi;
    sotto media: anomalie inferiori a 2 wet days/mese*;