21 e 22 alla Conferenza nazionale sulle previsioni meteo
Consorzio

Si terrà a Bologna il 21-22 giugno 2022 dalle ore 9.30 nella sede della Regione Emila Romagna, nella sala XX  Maggio in viale della Fiera 8, la seconda Conferenza nazionale sulle previsioni meteorologiche e climatiche, organizzata da AISAM (Associazione italiana di scienze dell'atmosfera e meteorologia) e Sisc (società italiana per le scienze del clima) con il supporto di Codifesa Bologna Ferrara. 

Sono quattro i macro temi della conferenza: ;

  1.  Previsioni e sistemi di allerta per la gestione e la mitigazione del rischio Si tratta di un temi cruciale a iniziare da una efficace gestione del rischio per garantire la sicurezza della società, dei settori economici e produttivi, oltre che migliorare la tutela ambientale. In particolare i sistemi di allerta precoce sono strumenti fondamentali per supportare scelte e decisioni. Serve un efficace utilizzo delle previsioni a breve e medio termine che migliori la capacità di prevenire impatti potenzialmente distruttivi di eventi meteorologici intensi e, a scale temporali maggiori, di anticipare le conseguenze di anomalie climatiche persistenti, come siccità e ondate di calore. Un fenomeno di forte attualità. 
  2. Previsioni per la pianificazione e l’adattamento Questa sessione è focalizzata sulle politiche di adattamento ai cambiamenti climatici che richiedono la disponibilità di previsioni climatiche e proiezioni future. La pianificazione di un’adeguata risposta agli impatti dei cambiamenti del clima richiede che i dati climatici siano trasformati in informazioni utili a valutare gli impatti sull’ambiente e sui processi sociali ed economici, e ad identificare le misure più idonee per l’adattamento. 
  3. Comunicare le previsioni e la loro incertezza.  Comunicare le informazioni in maniera efficiente, efficace e tempestiva richiede un costante e intenso lavoro di mutuo scambio di conoscenze e pratiche tra produttori ed utilizzatori. Questa sessione ha l'obiettivo di raccogliere contributi che testimonino e approfondiscano le esperienze concrete nel campo della comunicazione in riferimento alle previsioni meteorologiche e climatiche. Particolare attenzione sarà dedicata al tema dell’incertezza e a come questa è comunicata.
  4. Il valore delle previsioni: diversi punti di vista e metodi di valutazione. Il concetto di valore delle previsioni, sia meteorologiche che climatiche, è fortemente collegato agli ambiti sociali e ai settori economici nei quali le previsioni stesse sono applicate. Il loro valore, quindi, non coincide necessariamente con la loro qualità misurata in base a metriche e parametri meteorologici e climatici prefissati. Altre metriche sono necessarie per una corretta valutazione del rapporto costi-benefici connesso all’utilizzo delle previsioni da parte di diversi utenti. Le previsioni meteorologiche e le previsioni climatiche generano già oggi e lo faranno sempre più in futuro, valore economico e sociale, la cui corretta quantificazione è un tema di fortissima attualità e rilevanza.

 

Il LaMMA presente con diversi lavori e ospite alla tavola rotonda finale  

Diversi i colleghi del LaMMA che prendono parte alla conferenza sulle diverse sessioni tematiche. . 

  • Nella sessione sulla comunicazione delle previsioni, terrà una presentazione orale la Dott.ssa Valentina Grasso sul tema della "La percezione dell’incertezza e la probabilità di precipitazione: una proposta per comunicarla nei bollettini del Consorzio LaMMA " realizzata con i colleghi R. Mari, B. Gozzini, M. Rossi, R. Vallorani e C. Tei.  
     
  • Valentina Grasso sarà anche ospite della tavola rotonda che si terrà a conclusione dell'evento, mercoledì 22 alle ore 16.20 sul tema "Una riflessione sull’incertezza e sul valore delle previsioni meteorologiche e climatiche". 

Sessioni Poster

  • "L'assimilazione nel modello WRF-ARW con la tecnica 3DVar: la catena modellistica operativa presso il Consorzio LaMMA", di Luca ROVAI, con A. Ortolani, R. Benedetti, L. Fibbi, A. Antonini, S. Melani, B. Gozzini  
  • "Ricostruzione modellistica di alcuni casi di trombe marine con test di sensitività alla temperatura superficiale del mare"  di V. Capecchi con B. Gozzini 
  • "Previsioni meteo con modelli numerici: come trasformarle da deterministiche a probabilistiche, valutarle e utilizzarle per scopi decisionali", di R. Benedetti, con l. Fibbi, L. Rovai, T. Torrigiani, A. Ortolani e B. Gozzini  
  • "Prestazione dei modelli meteorologici locali nel prevedere un indicatore di stress termico ambientale impiegato nel sistema di allerta da caldo WORKLIMATE per il settore occupazionale", di A. Messeri, A. Ortolani, R. Mari, A. Crisci, M. Morabito, A. Marinaccio, M. Bonafede, F. Pasi, D. Grifoni e B. Gozzini.   

 

Programma
https://2a.conferenzameteoclima.it/programma/

Per seguire in streaming:  https://2a.conferenzameteoclima.it/streaming/