Che tempo faceva ad agosto 21.000 anni fa?
Meteorologia

Quando pensiamo ad agosto inevitabilmente pensiamo al caldo, al solleone, ai bagni in mare. Ma non è sempre andata così. Seguendo le suggestioni di alcuni articoli, recenti e meno recenti, il collega Giulio Betti si è cimentato in una previsione meteo al passato, un passato di qualche millennio fa.

 

Come sarebbe stata la previsione meteo di un giorno di Agosto di 21.00 anni fa?  

21.000 anni fa ci trovavamo nel picco dell'ultima era glaciale, il paesaggio della nostra penisola era quindi molto diverso da quello attuale. Le Alpi erano ricoperte da una calotta di ghiacci molto spessa ed estesa, e in molte aree dell'interno dominava la steppa. Probabilmente la Toscana non sarebbe sembrata troppo diversa dall'attuale Siberia. Le temperature erano quindi, anche in estate, molto basse rispetto a quelle attuali. Vediamo nel dettaglio quale sarebbe stato il quadro meteo di un ipotetico giorno di agosto.  

  
NORD Italia 

Cielo sereno o poco nuvoloso sulla tundra padana, formazioni di ghiaccio dopo il tramonto nelle aree interessate da fusione superficiale pomeridiana del permafrost (aree collinari a nord del Po e pre-appenniniche). Venti deboli di direzione variabile, salvo consueto rinforzo notturno dei venti da nord provenienti dalla calotta alpina e dai ghiacciai dell’Appennino settentrionale. Sulla costa ligure sereno, venti deboli di terra in rinforzo dalla sera, assenza di ventilazione nel pomeriggio. Mare poco mosso, temperatura delle acque intorno ai 15-16 °C. Sulla calotta glaciale Alpina nuvolosità irregolare con possibilità di deboli nevicate sui versanti settentrionali ed occidentali. Fenomeni in esaurimento in serata. 

focus meteo 9 Betti
Guarda il video 

Temperature: sulla costa ligure max 17 °C - min 12 °C, sulla steppa padana max 18 °C - min 6°C, zone adiacenti la calotta alpina (nord del Po): max 15 °C - min 3 °C. Zero termico in Appennino intorno ai 1300-1500 metri di quota. Valori inferiori allo zero su gran parte della calotta alpina.

 


CENTRO Italia

Nelle zone interne orientali nuvoloso con possibilità di precipitazioni sparse, più probabili sui settori appenninici di Umbria, Marche e Abruzzo; precipitazioni nevose a quote comprese tra i 1400 e i 1600 m. Fenomeni scarsi o assenti lungo la piana del Po (steppa alberata) e alla foce del fiume (conifere/foreste miste).
Cielo parzialmente nuvoloso sul Lazio (steppa alberata nelle zone interne, foreste di conifere/miste nelle zone prossime la costa), nubi più consistenti in Appennino. Venti deboli da nord est con rinforzi su Lazio, Abruzzo e Marche. Mari poco mossi. Temperatura superficiale alla foce del Po intorno ai 16-17 °C; temperatura del mar Tirreno attorno ai 17-18 °C (una decina di gradi in meno rispetto ad oggi). 
Temperature previste: costa tirrenica massime attorno ai 19 °C,  minime sui 14 °C; costa adriatica (foce del Po) T. max 18 °C, T. min 13 °C; steppa umbro-marchigiana max 16/17 °C min 8/10 °C; piana del Po massime attorno ai 18°C, minime su 11/12 °C. Zero termico in Appennino compreso tra i 1500 e i 1800 metri di quota.

In Toscana: poco nuvoloso sulle zone interne della regione, dove prevale la steppa, con venti deboli in rinforzo dalla sera nelle valli appenniniche prossime ai ghiacciai. Addensamenti sparsi sui settori boscati sud occidentali e costieri, ma senza precipitazioni. Venti deboli settentrionali, mare poco mosso. Temperatura superficiale del mare compresa tra i 15 e i 17 °C. Temperature massime sui 17/18 °C e minime attorno ai 7/9 °C sulle zone interne; altrove valori massimi intorno ai 18/19 °C e minimi intorno agli 11/13 °C.

Qualche dettaglio sui capoluoghi toscani: 
Firenze: 17 °C – 7 °C    
Pistoia: 17 °C – 6 °C  
Prato: 16° C – 8 °C
Pisa: 18 °C – 8 °C
Lucca: 17 °C – 8 °C
Arezzo: 16 °C – 6 °C
Massa Carrara: 17 °C – 8 °C
Siena: 17 °C – 8 °C
Grosseto: 18 °C – 7 °C
Livorno: 18 °C – 8 °C


SUD Italia e Isole 

Molto nuvoloso con precipitazioni sparse sulle regioni adriatiche, sulla Calabria e sulla Sicilia settentrionale, nevose oltre i 1600-1800 metri di quota. Possibili brevi bufere di neve sul ghiacciaio del Frido (Pollino). Nuvoloso, ma senza precipitazioni, su Campania costiera, Isola Sardo-Corsa e Sicilia centro-meridionale (foreste di conifere e foreste miste boreali, ad eccezione dei rilievi montuosi, dove dominano steppa e tundra).
Venti moderati da Nord Est (Grecale) con rinforzi su Puglia, Calabria, Molise e Basilicata. Mare mosso, fino a molto mosso l’Adriatico (temperatura superficiale delle acque compresa tra i 17-18 °C del Tirreno e i 16-17 °C dell’Adriatico).
Temperature:

  • entroterra sardo e siciliano massime 20/22 °C e minime 11/13°C;
  • temperature coste tirreniche (Campania) massime attorno ai 20/21°C e minime ai 14/15 °C;
  • temperatura entroterra adriatico, dove prevalgono la steppa boscata e conifere, massime sui 16/18 °C e minime sui 10/12 °C;
  • temperatura costa adriatica max 17/19 °C - min 14/15 °C. 

 

meteo 21 mila anni fa

Estensione della calotta alpina (in blu) durante il picco dell'ultima glaciazione (21.000 anni fa). Fonte  

Linea di costa dell'Italia centrale durante l'ultima glaciazione (21.000 anni fa). 
Fonte 

 

 

Il post è tratto da un tweet del collega Giulio Betti (17 agosto 2020) e dall'intervista rilasciata a Radio Capital durante la trasmissione On Air il 19 agosto 2020.

Vedi anche: YouTube video